View post

Dall'Umbria CoderTree, alberi in musica

"Il pensiero computazionale è una strategia di pensiero chiara, logica e operativa che serve per risolvere problemi, anche quotidiani, in modo personale e creativo, pianificando una strategia d'azione". Questa la definizione di coding di Caterina Moscetti, insegnante dell'Istituto Comprensivo di Sigillo, esperta di coding e una delle anime della Rete Animatori Digitali dell'Umbria oltre che, da diversi anni, della palestra di programmazione aperta a bambini e ragazzi Coderdojo Sigillo e dell'associazione di volontariato Crea Digitale

Tra le diverse iniziative organizzate a scuola e fuori dalla scuola e degna di menzione quella che si è tenuta a fine luglio presso il Parco di Villa Anita: CoderTree, Alberi in Musica, un laboratorio all'aperto in cui i ragazzi hanno utilizzato Scratch per realizzare un'animazione in cui un personaggio fantastico si muove per raggiungere un albero e, una volta raggiunto, ascoltare la melodia riprodotta. "La meraviglia - afferma Caterina - è arrivata quando i ragazzi hanno ricreato lo stesso progetto collegando il computer a un albero attraverso un circuito elettrico realizzato con la scheda MakeyMakey. Questo è un modo per far stare i ragazzi a contatto con la natura e far comprendere loro che la tecnologia è semplice e accessibile a tutti: se la scrivi e la conosci, riesci a governarla e non sei più un utente passivo”.

Nessun utente passivo dunque, ma tanti ragazzi impegnati a programmare e aiutarsi a vicenda grazie al coinvolgimento dei più grandi, oggi mentor del progetto, che hanno aiutati i bambini meno esperti.  

Altra attività del laboratorio di grande originalità il circuito umano, in cui si è riprodotto un circuito in cui i bambini, tenendosi per mano, trasmettono l’impulso da una persona all'altra, con l’ultima che chiude il circuito toccando l’albero e facendo partire una melodia. 

Questa sperimentazione – afferma Caterina Moscetti – è solo l’inizio. L’idea progettuale successiva è creare una vera e propria orchestra, con più di un albero collegato e un bambino «direttore» che guiderà gli altri ragazzi nella composizione della musica. L’esperienza, inoltre, proseguirà attraverso laboratori che si terranno nel parco del Monte Cucco, dove ai temi già trattati si unirà quello dell’educazione ambientale. Daremo ai ragazzi una dimostrazione concreta del concetto di energia pulita, perché tutti i dispositivi saranno alimentati da pannelli solari”.

Tutto questo è il digitale made in Umbria. 

 

Sonia Montegiove 01.08.2018 0 227
Commenti
Ordina per: 
Per pagina:
 
  • Non ci sono nessun commento ancora
Post info
01.08.2018 (111 giorni fa)
Valutazione
0 voti
Azioni
Consigliato
Categorie
Eventi (49 post)
HowTo (2 post)
PNSD e normativa (4 post)
Progetto (22 post)