View post

DigiPASS: 12 spazi in Umbria aperti al digitale (e soprattutto alle scuole)

Si chiamano DigiPASS e sono spazi pubblici, aperti a tutti, in cui sarà possibile recarsi per essere supportati gratuitamente da una persona nell'utilizzare servizi digitali, oltre che per usufruire di postazioni  computer, assistere a eventi o navigare in Internet.

Il progetto regionale DigiPASS, oltre Marsciano, prevede l'apertura tra settembre e i primi mesi del 2019 di 12 diversi luoghi, sparsi in tutto il territorio umbro: Narni, Assisi, Gubbio, Città di Castello, Foligno, Orvieto, Spoleto, Lago Trasimeno, Norcia ai quali si aggiungono Perugia e Terni che al DigiPASS affiancheranno un HUB, ovvero uno spazio FabLAB da poter utilizzare per attività di artigianato digitale.

Il 25 luglio apre il primo DigiPASS

 

Il primo spazio a essere inaugurato sarà il DigiPASS Media Valle del Tevere, mercoledì 25 luglio a Marsciano presso la Sala Capitini dalle ore 11. La mattina di presentazione, che vedrà la partecipazione della Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini e dell'assessore all'innovazione e alla scuola Antonio Bartolini, sarà l'occasione per presentare i diversi luoghi aperti e le opportunità che in essi potranno svilupparsi. 

Per la Media Valle del Tevere diversi saranno i nodi locali legati al DigiPASS di Marsciano: la biblioteca comunale di Deruta, l'infopoint di Fratta Todina, la biblioteca comunale di Massa Martana, l'ufficio turistico di Monte Castello di Vibio, la biblioteca comunale di San Venanzo e la biblioteca comunale di Todi.  

 

Quale il coinvolgimento delle scuole?

Le scuole di ogni ordine e grado, anche attraverso i propri animatori digitali, potranno portare linfa vitale all'interno dei DigiPASS collaborando con i Comuni di riferimento al fine di organizzare momenti di formazione sul digitale, scambio di competenze tra ragazzi e adulti, utilizzo di spazi in cui poter coltivare cultura digitale dei ragazzi e delle proprie famiglie. 

Grazie alle connessioni che in questi luoghi d'incontro si potranno creare tra scuole, associazioni, enti locali, imprese i servizi digitali potranno diventare alla portata di tutti e si potranno innescare meccanismi di contaminazione positiva tra soggetti diversi, che avranno a disposizione un posto attrezzato in cui poter sperimentare cose nuove. 

 

 

 

Sonia Montegiove 18.07.2018 0 676
Commenti
Ordina per: 
Per pagina:
 
  • Non ci sono nessun commento ancora
Post info
18.07.2018 (65 giorni fa)
Valutazione
0 voti
Azioni
Consigliato
Categorie
Eventi (39 post)
HowTo (2 post)
PNSD e normativa (4 post)
Progetto (22 post)