View post

Esperimenti di innovazione didattica: Khan Academy in classe

Colmare le lacune in matematica è una necessità che spesso s’incontra in aula fin dalla scuola primaria. Farlo con l’ausilio di uno strumento quale la nota piattaforma Khan Academy è un modo per integrare metodo tradizionale e innovativo con l’intento di facilitare il percorso didattico degli studenti. Questo quanto sperimentato in Rete Animatori Digitali nei laboratori d’innovazione didattica organizzati lo scorso anno, portati in alcune classi delle scuole umbre e adesso disponibile come metodologia da leggere e replicare.

La Khan Academy - afferma Enrico Tombesi, esperto coinvolto nei laboratori di innovazione didattica - consente di sperimentare l'integrazione delle attività online con quella in classe. Le potenzialità delle risorse online sono in questo modo amplificate dalle dinamiche dell'interazione in classe: gli studenti condividono le loro esperienze per trovare le soluzioni e il docente li può aiutare a individuare le strategie più efficaci e a risolvere piccoli o grandi difetti sviluppatisi nel percorso matematico. Inoltre l’insegnante ha a disposizione dati molto interessanti riferibili alle attività on line di ciascuno studente da poter analizzare e confrontare con i risultati prodotti in classe”.

Quattro le classi di studenti di scuola primaria coinvolte nella Direzione Didattica “F. Rasetti” di Castiglione del lago, accompagnate da tre insegnanti di matemarica e inglese: due classi seconde, una classe quarta e una classe quinta del plesso di Colonnetta, scuola primaria a tempo pieno.

Dopo aver condiviso lo studio e una prima conoscenza della piattaforma tra insegnanti – afferma Enrica Elena Pierini, animatrice digitale della direzione didattica - abbiamo coinvolti i genitori dei ragazzi, invitandoli a partecipare ad un incontro in cui si son spiegate le caratteristiche della piattaforma, l’uso didattico a scuola e il potenziale coinvolgimento delle famiglie, visto che Khan Academy propone un percorso molto attento rispetto all’adesione e al coinvolgimento attivo dei genitori nel percorso di studio dei minori”.

Gli argomenti proposti in piattaforma, ora in gran parte disponibili anche in italiano, sono adatti a tutto il curriculum verticale: dalla scuola dell'infanzia fino agli ultimi anni delle scuole secondarie, con la possibilità di usare la piattaforma anche nella versione inglese abbinando un percorso di approfondimento in modalità CLIL.

La risposta da parte delle famiglie – continua la Pierini - è stata in gran parte entusiasta, così come quella degli studenti. In questo momento siamo in piena fase sperimentale: utilizziamo la piattaforma soprattutto a scuola, nonostante le grandi difficoltà di connettività. Stiamo monitorando le risposte degli alunni ai compiti assegnati e la loro partecipazione anche da casa. E’ ancora presto per un consuntivo, ma possiamo dire che la proposta rinforza la didattica e dà nuovi stimoli e spunti di riflessione rispetto alle modalità di presentazione dei contenuti disciplinari anche noi insegnanti”. 

La sperimentazione nella direzione didattica di Castiglione del Lago verrà probabilmente estesa a tutti i docenti di matematica della scuola per il prossimo anno scolastico.

Sonia Montegiove 25.01.2018 0 713
Commenti
Ordina per: 
Per pagina:
 
  • Non ci sono nessun commento ancora
Valutazione
0 voti
Azioni
Consigliato
Categorie
Eventi (52 post)
HowTo (2 post)
PNSD e normativa (4 post)
Progetto (23 post)