View post

Mercatino delle buone pratiche al Terni Maker Festival: buona la prima

Le buone pratiche sono un po’ come i sogni: inutile tenerle chiuse in un cassetto. Questo il messaggio che fin dall’avvio del progetto Rete Animatori è stato messo al centro: la necessità di condividere progetti di innovazione a scuola, al fine non solo di consentirne ad altri il riuso, ma per aprire un confronto su un tema importante e su una sfida che si può vincere solo costruendo insieme.

Lo scorso 24 marzo, in occasione del Terni Maker Festival al CAOS di Terni, si è tenuto il primo “mercatino” delle buone pratiche degli animatori digitali umbri. Una mattina in cui, grazie alla disponibilità dell’associazione culturale Hacklab Terni che ha messo a disposizione uno spazio idoneo, è stato possibile lasciare la parola agli animatori che hanno voluto presentare ai colleghi i progetti innovativi legati a robotica, stampa 3D e coding sviluppati nella propria scuola.

Si sono così succeduti sul palco Simonetta Leonardi, animatrice digitale IC Assisi 3, con il progetto No Limit Girl, che coniuga STEAM e Stampa 3D; Marco Calvani, animatore digitale Liceo Donatelli di Terni, progetto open hardware con utilizzo di schede Arduino in ambito scientifico e non solo; Cinzia Ferracci, animatrice digitale Direzione Didattica Mazzini di Terni, progetto coding a scuola; Paola Angelella, animatrice digitale IC Foligno 4, esperienza Penelope to code che associa creatività e abilità manuali ai linguaggi di programmazione e alla logica computazionale; Antonella Pedacchioni, animatrice digitale dell’IC De Fillis di Terni, progetto SketchUp che prevede la realizzazione e la stampa di edifici in 3D; Francesca Tini Brunozzi, insegnante Liceo Donatelli di Terni, percorso di alternanza scuola lavoro finalizzato alla realizzazione di un ecosistema in un acqua-terraio “Ecobox”.

A concludere la mattina un intervento dell’assessore regionale Antonio Bartolini che ha messo in evidenza la ricchezza dei progetti presentati oltre alla bellezza della presenza al Festival delle bambine del progetto assisano No Limit Girls, che hanno guidato due classi di ragazzini di una scuola ternana nel progettare e stampare in 3D. La dimostrazione concreta dell’importanza della contaminazione e dell’apertura del sapere.

Questi i bellissimi scatti che hanno fissato alcuni momenti della mattina. 

Sonia Montegiove 16.04.2018 0 133
Commenti
Ordina per: 
Per pagina:
 
  • Non ci sono nessun commento ancora
Post info
Valutazione
0 voti
Azioni
Consigliato
Categorie
Eventi (38 post)
HowTo (2 post)
PNSD e normativa (4 post)
Progetto (22 post)