View post

Stati Generali della Scuola: cosa è emerso dal tavolo Scuola Digitale?

Venerdì 17 novembre, presso la Scuola Umbria di Amministrazione Pubblica, si sono svolti gli Stati Generali della Scuola e della Formazione Professionale. Obiettivo della giornata, alla quale hanno preso parte circa 220 persone, quello di trattare in modo trasversale, aperto e partecipato 10 tra i temi più importanti riferiti alla scuola, tra i quali Scuola Digitale e Agenda Digitale Umbria.

 

"Dalla scuola si parte – ha sottolineato l’Assessore regionale alla scuola Antonio Bartolini.In Umbria la qualità dell'offerta formativa è elevata, ma possiamo lavorare in modo partecipato come fatto oggi per migliorarla e assicurare così un futuro migliore ai nostri giovani. La vasta partecipazione a questa giornata di approfondimento indica che stiamo andando nella giusta direzione".

 

Di Rete Animatori Digitali si è discusso in un tavolo al quale hanno preso parte 27 persone, in rappresentanza di Ufficio Scolastico Regionale Umbria, Regione Umbria, Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, animatori digitali e membri del team innovazione di 15 scuole umbre e 2 agenzie formative del territorio.

 

Diversi i temi trattati: oltre alle prospettive future della Rete Animatori umbra, si è parlato del ruolo della scuola nella costruzione di un’alleanza tra giovani e non giovani attraverso progetti intergenerazionali, del coinvolgimento di studenti e insegnanti nei futuri punti di accesso assistito al digitale DigiPASS e di infrastrutture necessarie alla trasformazione digitale delle scuole.

 

Alleanza tra giovani e non giovani

 

La Regione nell’ambito della missione 1 dell’Agenda Digitale ha dato vita al progetto “Digitale per la 3@età – engagement dei giovani anziani”, all’interno del quale è prevista l’iniziativa Interconnessioni, che vede impegnate le scuole del territorio e il mondo dell’associazionismo. Dal 14 novembre all’11 dicembre si terrà un tour nelle 5 città dell’agenda urbana - Perugia, Terni, Spoleto, Foligno e Città di Castello - finalizzato a sperimentare un modello da verificare e poter replicare, che coinvolge studenti e persone meno giovani nella mappatura dei bisogni informativi e delle competenze digitali da accogliere nella programmazione regionale di agenda digitale e politiche sociali.

 

Si andrà a sperimentare, attraverso delle maratone informatiche (hackathon), come la co-progettazione di servizi digitali porti a definire soluzioni più accessibili e aderenti alle necessità dei cittadini. Un ruolo proattivo per le azioni che si andranno a sviluppare lo potrà avere proprio la scuola attraverso il coinvolgimento della Rete Animatori Digitali.

 

DigiPASS

 

I DigiPASS, che saranno realizzati nei primi 9 ambiti sociali dell’Umbria entro il 2018, saranno luoghi pubblici di accesso assistito al digitale (come ad esempio le biblioteche), che accompagneranno il cambiamento ampliando le competenze dei cittadini e garantendo, così, il rispetto del diritto di cittadinanza digitale, l’accesso e la fruizione di servizi digitali.

 

Dal tavolo di lavoro sono stati evidenziati molteplici punti di contatto con questa iniziativa, che consente alla scuola di giocare un ruolo attivo nella organizzazione e promozione di attività utili ad animare questi luoghi. Ed infatti, i progetti che i comuni capofila beneficiari del finanziamento hanno predisposto entro il 31 ottobre in risposta all’avviso regionale individuano in ciascun territorio la costruzione di una rete ampia e partecipata di soggetti locali definiti “sostenitori” del DigiPASS, in cui la scuola svolge un ruolo di primaria importanza.

 

Infrastrutture

 

Dal tavolo di discussione è emerso con chiarezza che la connettività è imprescindibile per assicurare la transizione al digitale. La Regione ha investito ingenti risorse e sta lavorando al progetto Banda Ultra Larga, che vedrà la connessione di tutte le scuole in fibra nell’arco del prossimo triennio.

 

Permangono delle criticità che il tavolo ha evidenziato e che riguardano la gestione delle reti interne alle scuole in termini di assistenza tecnica, sicurezza e gestione applicativa. Da qui la necessità di definire, attraverso l’istituzione di un tavolo di lavoro tra Regione e scuola, un modello di gestione standardizzato, che parta da buone pratiche regionali e nazionali e supporti le scuole anche attraverso il dispiegamento di strutture e piattaforme già disponibili.

 

Rete Animatori Digitali

 

Dalla discussione con animatori e team innovazione presenti al tavolo è emersa l’opportunità di mantenere viva la piattaforma regionale per tutto il 2018, in vista di una sua possibile migrazione alla piattaforma nazionale alla quale sta lavorando il MIUR e per la quale l’esperienza umbra (best practice a livello nazionale) potrebbe fare da punto di riferimento.

 

Nei prossimi mesi il consolidamento di questa rete di conoscenza potrebbe passare da un percorso di partecipazione proattiva delle scuole, attraverso l’organizzazione di focus group territoriali periodici e iniziative che possano incentivare la condivisione di buone pratiche.

 

Di grande interesse la possibilità di co-progettare con le scuole esperienze di alternanza scuola-lavoro sul tema del digitale già per l’anno scolastico 2018/19, coinvolgendo imprese, associazioni di categoria, Enti locali, con attività da organizzare all’interno dei DigiPASS. 

 

"La rete degli animatori digitali - conclude l'assessore Antonio Bartolini - è al centro delle politiche sulla scuola come rete di innovazione. La Regione garantisce il suo sostegno e vede nella rete il moto propulsore per l’innovazione nella scuola e per lo sviluppo del territorio in cui operano le nostre scuole".

 

Questo il forum aperto in cui si potrà continuare a raccogliere i contributi di animatori e team innovazione di questa rete. 

 

Sonia Montegiove 18.11.2017 0 317
Commenti
Ordina per: 
Per pagina:
 
  • Non ci sono nessun commento ancora
Post info
18.11.2017 (247 giorni fa)
Valutazione
0 voti
Azioni
Consigliato
Categorie
Eventi (37 post)
HowTo (2 post)
PNSD e normativa (4 post)
Progetto (22 post)